POF

Piano Offerta Formativa
Per offerta formativa intendiamo le proposte e le esperienze che si mettono a disposizione dell'utenza (bambini e famiglie) nel percoroso scolastico della scuola dell'infanzia A.I. Lombardini.
Si distingue dalla programmazione didattica perchè attinge soprattuto alle fonti presenti sul territorio, risorse esterne alla scuola che permottono di ampliare il panorama formativo del curricolo scolastico del singolo bambino.
Nell'offerta formativa si raccolgono le proposte educativo-didattiche che riteniamo funzionali allo sviluppo globale delle capacità del bambino in rapporto alle diverse fasce d'età.
In relazione all'osservazione del gruppo di sezione ogni docente provvederà a definire nel dettaglio le proposte formative che intende attivare, sottoponendo e motivando le scelte insieme ai genitori.
La progettazione didattica rimane comunque la prima offerta formativa che può ampliarsi nel corso dell'anno in base alle diverse proposte che il territorio mette a disposizione.


Ambiente pedagogico

La scuola si pone la finalità di promuovere nel bambino lo sviluppo per l'identità, dell'autonomia, della competenza e della cittadinanza.
Opera per la formazione integrale del bambino e per lo sviluppo di tutte le sue potenzialità.
Compito della scuola è creare per i bambini condizioni per:
1. apprendereadpprendere (possedere strumenti di conoscenza per la lettura della realtà);
2. condividere le regole del vivere e del convivere;
3. l'alleanza educativa con le famiglie, in una relazione che riconosca i rispettivi ruoli;
4. la realizzazione di una comunità educante, come diffusa convivialità relazionale, assunzione di responsabilità educativa e generalità consapevole.


Ambiente per l'identità
Nella pluralità di appartenenze identitarie di oggi e nell'incontro di culture diverse la scuola promuove nel bambino la costruzione della propria identità di pari passo con la capacità di accettare altre identità e con la consapevolezza dell'esistenza di altri punti di vista.

Ambiente per l'autonomia
I bambini trovano a scuola motivi di attività, gioco, lavoro; possono utilizzare gli spazi, gli strumenti e le relazioni per vivere la partecipazione e motivarsi all'apprendimento.
Esercitano progressivamente la loro autonomia, la loro possibilità di sceltà, e la loro capacità decisionale, in un contesto di spazi fisici, mentali ed emotivi rassicuranti.


Ambiente per la competenza
L'apprendimento avviene attraverso l'esperinza, l'esplorazione i rapporti tra bambini con la natura, gli oggetti, l'arte, il territorio; mediante la rielaborazione individuale e collettiva delle esperienze e mediante attività ludiche.
La scuola finalizza l'azione educativa allo sviluppo integrale del bambino, accogliendo, valorizzando ed estendendo la curiosità, le esplorazioni, le proposte dei bambini ed eleborando progetti di apprendimento finalizzati.
Con riferimento ai campi di esperienza (il sè e l'altro-il corpo in movimentpo-linguaggi, creatività, espressione-i discorsi e le parole-la conoscenza del mondo), la scuola opera in direzione dei "traguardi di sviluppo della competenza" per la ricchezza cognitiva relazionale e affettiva del bambino.


Ambiente per la cittadinanza
La scuola, aperta a tutti, è luogo di incontro tra culture diverse e, per i bambini, è la prima forma di comunità.
Tutti potranno arricchirsi reciprocamente e saranno avviati a vivere in modo concreto, le prime forme di cittadinanza attiva.

Organizzazione della scuola
La scuola è strutturata in sei sezioni omogenee per fasce di età: due sezioni di bimbi di 3 anni, due sezioni di bimbi di 4 anni, due sezioni di bimbi di 5 anni.
Le attività sono programmate per sezione e fra sezioni così da ampliare le opportunità di conoscenza, confronto e arricchimento.

Gli operatori scolastici sono formati da sei docenti, più un assistente sulle sezioni dei tre anni, da quattro ausiliari e la direttrice.
La scuola dispone del servizio di refezione e trasporto.

Struttura dell'edificio
La scuola dispone:
1. ingresso
2. ufficio-segreteria
3. salone
4. sei sezioni
5. due aree cortilive
6. due sale da pranzo
Gli spazi a disposizione consentono di svolgere adeguantamente tutte le iniziative didattiche:
7. attività motorie
8. giochi liberi ed organizzati
9. attività grafiche-pittoriche-plastiche-manipolative-espressive
10. attività di educazione al suono
11. attività per centri di interesse


Orario scolastico
L'orario della scuola vuole contemperare le esigenze dei bambini con quelle dei genitori.
L'orario giornaliero è il seguente:
Ore 07.45 - 09.00 Ingresso e accoglienza (in determinati casi concordati con la direzione è consentito l'igresso dalle ore 07.30)
Ore 09.00 - 09.15 Colazione con pane e frutta - giochi e canti comuni
Ore 09.15 - 11.15 Attività didattiche
Ore 11.15 - 11.30 Riordino, bagno, preparazione al pasto
Ore 11.30 Uscita per coloro che non usufruiscono del pasto
Ore 11.30 - 12.30 Pranzo
Ore 12.30 - 13.00 Gioco libero. Uscita per colore che non dormono a scuola
Ore 13.00 - 15.15 Riposo per tutte le sezioni
Ore 15.15 - 15.50 Merenda
Ore 15.50 - 16.00 Ricongiungimento (uscita)


Organi collegiali
La collaborazione scuola-famiglia è ritenuta un valore e una condizione per la condivisione delle finalità e dei percorsi educativi in un contesto di corresponsabilità educativa, pur nella diversità dei ruoli.
Sono attivi:
1. il consiglio di scuola
2. le assemblee dei genitori
3. gli incontri di sezione
4. il collegio docenti della scuola
5. l'assemblea dei docenti della rete con altre scuole dell'infanzia FISM
6. i colloqui individuali
7. le serate di lavoro, uscite, feste


Formazione

La scuola realizza annualmente iniziative di formazione e di autoformazione in servizio, per il personale scolastico.
Vengono anche organizzati incontri formativi per i genitori con la presenza di persone esperte.


Contesto territoriale
La scuola materna parrocchiale paritaria "A.I. Lombardini" si impegna ogni anno a valutare le proposte presenti nel territorio e ad accolgiere quelle che più rispondono alle proprie finalità educative, nella prospettiva di una continuità verticale ed orizzontale che mantenga in coerente rapporto, le diverse esperienze del bambino.
In particolare la nostra scuola favorisce:
1. i rapporti di continuità con i nidi del territorio; di continuità orizzontale con la scuola dell'infanzia comunale, la scuola dell'infanzia statale e di continuità verticale con la scuola primaria.
2. l'attività didattica svolta in biblioteca
3. l'attività motoria svolta in piscina, palestra
4. visite alla ludoteca
5. visite al teatro
6. visite al museo
7. visite a fattorie didattiche
8. frequentazioni dei parchi e zoo (tramite le gite scolastiche con i genitori)